Il ministero dei Beni culturali assuma iniziative per l'immediato ripristino del soffitto dell'Albergo delle Fate sito nel comune di Taverna (Catanzaro), per l'avvio di interventi di conservazione strutturale e per la successiva valorizzazione dell'edificio, ai fini turistici, nell'ambito delle iniziative di sostegno alle aree montane. Lo chiede la deputata Wanda Ferro (Fdi) in un’interrogazione indirizzata al Mibact.

“L’Albergo delle Fate – ricorda - è stato costruito durante gli anni Trenta al centro di Villaggio Mancuso, come struttura ricettiva immersa nella natura, circondata da alti pini e una ricca vegetazione; la struttura alberghiera è stata realizzata completamente in legno negli anni ’30 e tappezzata all'interno da pregiati arazzi dell'artigianato silano, adoperando anche manodopera austriaca e con soluzioni architettoniche ancora oggi modernissime; tra gli anni ’50 e ’60 fu meta del jet set e di tutta la più altisonante aristocrazia europea dell'epoca”.

Con decreto del Ministero per i beni culturali n. 124 del 28 novembre 2007, l'Albergo delle Fate è stato dichiarato ‘monumento storico nazionale’ e ‘bene di notevole interesse architettonico’. Pur a fronte degli antichi sfarzi, l'albergo delle Fate, una struttura in legno soggetta, quindi, a degrado strutturale, necessita di consistenti lavori di manutenzione”.

Nella giornata del 29 febbraio 2020, ricorda la deputata, l’albergo è stato inoltre interessato da un incendio che ne ha parzialmente compromesso la copertura.

 

Articoli correlati