“Tornerà il tempo dello scontro fra di noi, ma adesso non stiamo giocando in squadre diverse per vincere il campionato: stiamo giocando tutti insieme nella stessa squadra, ora siamo italiani e basta”. Lo ha detto il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, rivolgendosi con un video su Facebook “ai leader dell’opposizione, a Salvini, Berlusconi, Meloni, ai sindaci e ai presidenti di regione di tutti i colori politici”. “Ora – sottolinea il titolare del Collegio Romano - non possiamo permetterci divisioni e polemiche mentre migliaia di cittadini stanno al fronte”.

“Mi sono trovato in questo governo ad essere quello con la più lunga esperienza politica-parlamentare: sulla base di questa esperienza posso dire di aver visto un’abnegazione totale unica da parte di tutti. Da parte del presidente Conte, che va ringraziato perché lavora giorno e notte senza sosta, con sulle spalle il peso di una responsabilità che nessun suo predecessore nella storia repubblicana ha mai avuto; da parte dei ministri, che lavorano con competenza e generosità. Stiamo affrontando una minaccia sconosciuta per il mondo, ogni scelta va fatta in fretta perché il virus corre, per questo è naturale fare anche qualche errore: ma mi chiedo, perché accanirsi nella polemica anziché correggerlo e andare avanti insieme?”, ha concluso Franceschini.

 

Articoli correlati