Quando, come e perché avvenne la fondazione della città di Aquileia? Con questa semplice domanda rivolta ai bambini si apre il video Il Museo a Casa, pubblicato sul canale youtube del Mibact.

Il Museo Archeologico Nazionale di Aquileia si presenta dunque al giovane pubblico aderendo alla campagna La cultura non si ferma, promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, con lo scopo di aggregare e far crescere l’offerta del patrimonio culturale fruibile da casa. 

Pubblicate con l’hashtag #iorestoacasa, le immagini del filmato permettono di ripercorre, attraverso percorsi didattici e laboratori, in modo giocoso, creativo e divertente, le vicende di Aquileia romana. Nel filmato, due giovani archeologhe del Museo guidano i piccoli visitatori virtuali alla scoperta dei volti e dei simboli delle divinità e degli eroi del mondo antico, degli usi e costumi del mondo femminile in età romana, dei manufatti e degli oggetti di uso quotidiano custoditi nella preziosa collezione dell’Istituto. Lo scopo è quello di proporre contenuti che costituiscano un'occasione di studio, ma anche di svago, creatività e socialità, coinvolgendo i bambini e l’intero nucleo familiare, e, a distanza, anche parenti e amici. 

In questo periodo in cui musei, parchi archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema sono chiusi a causa dell’emergenza coronavirus, il Mibact, attraverso un impegno corale di tutti i propri istituti, mostra così non solo ciò che è abitualmente accessibile al pubblico, ma anche il dietro le quinte dei beni culturali con le numerose professionalità che si occupano di didattica, conservazione, tutela, valorizzazione. Attraverso il sito e i propri profili social facebook, instagram e twitter il Ministero rilancia le numerose iniziative digitali in atto.

Sulla pagina La cultura non si ferma, in continuo aggiornamento, sono già presenti diverse iniziative dei luoghi della cultura della regione Friuli Venezia Giulia. 

 

Articoli correlati