L'epidemia di coronavirus ha avuto un impatto significativo sul settore culturale e creativo, sugli artisti e sul loro pubblico. Molte attività svolte nell'ambito del Programma Europa Creativa non possono svolgersi come previsto a causa delle misure imposte dai governi per contenere la diffusione del virus.

Se da un lato non si può negare la gravità della situazione, dall'altro è importante riconoscere ed evidenziare i numerosi esempi positivi che continuano a far progredire la vita culturale e creativa in Europa: archivi cinematografici che aprono i loro siti web al pubblico, teatri e musicisti che vivono le loro performance online, e così via.

In quest'ottica, la Commissione Europea ha lanciato #CreativeEuropeAtHome - una campagna di social media che si svolge sugli account di Creative Europe su Facebook, Twitter e Instagram. Obiettivo della campagna è mettere in evidenza le grandi attività culturali online in tutta la comunità di Creative Europe.

"In questi tempi difficili abbiamo più che mai bisogno di cultura, creatività e solidarietà! Per questo, insieme al Commissario Breton, sono lieta di lanciare #CreativeEuropeAtHome”, ha commentato Mariya Gabriel, Commissario europeo per l'innovazione, la ricerca, la cultura e la gioventù. “Con questa iniziativa, intendiamo mostrare e rendere accessibile la ricca e diversificata offerta online della comunità di Creative Europe. Per il momento potremmo essere confinati nelle nostre case, ma questo non dovrebbe impedirci di godere della bellezza dell'arte e della cultura, fare nuove scoperte e condividere esperienze. Ci siamo dentro tutti insieme".

COME FUNZIONA?

La Commissione europea chiede ai beneficiari che offrono attività culturali online di pubblicarle sui social media. I post dovrebbero includere l'hashtag dedicato #CreativeEuropeAtHome e il nome utente di Creative Europe sulla piattaforma in questione.

Per essere ammissibile, un'attività artistica online deve:

  • Essere finanziata da Creative Europe
  • Essere aperta al pubblico in generale e non limitata da vincoli di varia natura

La Commissione europea condividerà i post selezionati che aderiscono a questi criteri sugli account ufficiali di Europa Creativa. I Commissari Mariya Gabriel e Thierry Breton daranno visibilità a queste attività anche sui propri account Twitter.

 

Articoli correlati