“È il momento di ripensare a quello che funziona bene ma anche a quello che non funziona. Il turismo mordi e fuggi è un problema non solo per i musei ma anche per le città: si registrano numeri sempre più grandi e questa crescita non può essere senza fine, ci sono molti aspetti non gestibili”. Lo ha detto il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt, intervistato dal Corriere della Sera. “E’ molto meglio per il nostro pianeta, e per la nostra economia, una fruizione più approfondita, più lenta: noi agli Uffizi abbiamo proposto per questo un modello di ‘slow tourism’, implementando una scontistica che favorisce proprio questo tipo di fruizione”.

 

Articoli correlati