“Settecento bambini italiani e europei cantano insieme dalle loro case ‘Nessun Dorma’. Commuovono con quei sorrisi dietro i cartelli con il loro nome. Da questa prova terribile uscirà una generazione migliore e più forte della nostra”. Così il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, commenta su Twitter il video pubblicato da Europa InCanto nel quale bambini di diverse nazionalità, accompagnati dall’orchestra EICO e guidati dalla bacchetta del M° Germano Neri, eseguono il Nessun Dorma dalla Turandot di Giacomo Puccini.

L’iniziativa lanciata da Europa InCanto ha invitato i bambini d’Italia e d’Europa ad unirsi in un coro virtuale per cantare insieme la famosa aria dell’opera Turandot di Giacomo Puccini – Nessun dorma, un messaggio comune di speranza e di solidarietà più che mai valido in questo particolare momento.

“Il risultato – spiega Europa InCanto - è andato oltre le aspettative; abbiamo ricevuto 700 video realizzati da bambine e bambini - italiani, europei e non solo – che cantano con grande entusiasmo la famosa aria pucciniana, ognuno con la sua personalità, la sua interpretazione e il suo accento. Un coro virtuale con emozioni reali!”

“E per tutti è stato un gioco da ragazzi! È bastato infatti seguire le indicazioni e scaricare Scuola InCanto App, con il simpatico e originale Karaoke dell’opera che ha guidato i bambini all’apprendimento e all’esecuzione del celebre brano.

Entusiasta anche la risposta dei genitori che hanno partecipato attivamente alla preparazione dei figli trasformandosi in veri e propri registi alle prese con smartphone e videocamere e altri strumenti a loro disposizione per poter filmare ed inviare le performances dei bambini”.

A rendere unica nel suo genere l’iniziativa è, inoltre, la partecipazione di un’orchestra virtuale formata dagli orchestrali di EICO-Europa InCanto Orchestra, diretti dal M° Germano Neri, che hanno accompagnato il coro virtuale con il contributo dei loro strumenti musicali.

“Mai come in questo momento la musica e la cultura ci aiutano a sognare, ci fanno volare con la fantasia e immaginare storie fantastiche. Sentimenti senza limite: è con gli occhi di questi bambini che possiamo scorgere un raggio di speranza e un futuro migliore!”

 

Articoli correlati