La Galleria Borghese prosegue l’attività sui canali social mentre sono sospese le visite per l’emergenza epidemica in corso. In particolare il canale ufficiale Instagram del Museo, lanciato nel 2017, ha registrato nel mese di marzo un ampio incremento giornaliero dei follower, oggi oltre 86.000, e un capillare livello di interesse e di interazione del pubblico rispetto ai contenuti pubblicati, l’engagement infatti supera il 3,9%. E’ stato inoltre aperto il canale YouTube della Galleria Borghese, che contiene già contenuti video e che giorno per giorno sarà ampliato.

Oltre alla partecipazione a tutte le grandi campagne social del Mibact come “Fumetti nei musei“ da leggere on line, “Art you ready” (i musei visitati “a porte chiuse”), “L’Italia Chiamò” (maratona di interviste culturali in diretta YouTube), prosegue in parallelo la programmazione dei contenuti dei seguenti format (con almeno due uscite giornaliere tra storie e post): 

•    Pubblicazione di video prodotti dal Museo (come quello sul restauro della “Deposizione” di Raffaello) e di estratti di documentari come quello su Bernini prodotto da Magnitudo Film in occasione della grande mostra nel 2017 e quello di Sky Arte;
•    Campagna #laculturanonsiferma per documentare il lavoro di conservazione e di studio che prosegue nel Museo;
•    Approfondimenti sulle opere della collezione e sul patrimonio artistico del Museo;
•    Interventi video di professionisti del Museo (restauratori, funzionari, tecnici, studiosi) per raccontare le attività temporaneamente sospese o in corso;
•    "Just Art” è il nuovo format che porta l’arte a casa del pubblico con modalità non convenzionali e con l’obiettivo di avvicinamento ad opere meno celebri;
•    Quiz interattivi sulle storie Instagram per stimolare la partecipazione del pubblico e per raccontare storie, particolari e peculiarità delle opere del Museo;
•    "Espressioni senza tempo” consiste in un approfondimento di alcune opere attraverso particolari fotografici che consentono al pubblico di avvicinarsi all’opera con lo sguardo come mai era stato possibile;
•     Celebrazione delle ricorrenze internazionali attraverso le opere del Museo come la giornata mondiale dello sport (focus sul mosaico romano dei Gladiatori), la giornata mondiale della sanità (focus sul dipinto dei santi Cosma e Damiano di Dosso Dossi);
•    “Solleva lo sguardo lasciati trasportare”, “Point of view” e “Luci e ombre”, che invitano a guardare particolari meno evidenti, offrono punti di vista inconsueti o esaltano il contrasto di luci nelle opere del museo;
•    “Foreveryoung”, un irriverente omaggio a soggetti e protagonisti delle opere per la loro giovinezza eterna fissata dall’arte.
 

 

Articoli correlati