“Rendiamo omaggio agli sforzi di tutti gli operatori e istituzioni del patrimonio culturale che si trovano ad affrontare una situazione estremamente impegnativa e senza precedenti. Sappiate che siamo qui per aiutare, e insieme lavoreremo uniti per salvaguardare il nostro patrimonio culturale e valorizzarlo come motore di sviluppo e di benessere”. Lo dichiara Webber Ndoro, Direttore generale dell’Iccrom, il Centro internazionale di studi per la conservazione ed il restauro dei beni culturali.

“Noi – prosegue - crediamo fermamente nel potere del patrimonio culturale e nella sua capacità di contribuire a rendere il mondo un posto migliore. Nel proporre agli Stati membri un ambiente favorevole alla conservazione del loro patrimonio culturale, miriamo a contribuire alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica delle diverse comunità. Ora più che mai, stiamo riflettendo su cosa significhi il nostro lavoro per le persone che formiamo, per le comunità cui costoro a loro volta prestano i propri servizi e per la nostra vasta rete di partner in tutto il mondo”.

Il COVID-19, ricorda Ndoro, “ha comportato un ingente onere per le istituzioni e per i colleghi che devono curare e gestire il patrimonio culturale, di ogni tipologia esso sia. Pertanto il nostro team ha lavorato per preparare un'area web dedicata che possa offrire risorse e consigli per affrontare la tematica del patrimonio ai tempi del COVID, inclusi moduli di valutazione, ma anche storie provenienti dal nostro network sul ruolo della cultura in questi tempi difficili. Apriamo questo spazio a tutti coloro che vogliano aiutarci a condividere informazioni rilevanti che possano essere di beneficio ai professionisti della conservazione e alle istituzioni in ogni area del mondo. Siamo estremamente grati a chi, all'interno del nostro network, ha condiviso con noi le proprie conoscenze e a tutti coloro che ci hanno contattato in questo periodo”.

 

Articoli correlati