La fase 2 della lotta al coronavirus in Francia potrebbe partire l’11 maggio, ma solo “se continueremo ad essere responsabili e se la diffusione del virus si sarà effettivamente rallentata”. Riaperture che però al momento non riguarderanno i luoghi della cultura, ovvero cinema, teatri, musei. Ad annunciarlo lunedì sera il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, in un discorso alla nazione. Fino a metà luglio, inoltre, annullati tutti i festival e i grandi eventi pubblici. “La situazione sarà valutata a partire da metà maggio, su base settimanale”, ha aggiunto l’inquilino dell’Eliseo, che ha anche annunciato che a breve sarà lanciato un piano specifico per alcuni settori, come il turismo e la cultura.

 

Articoli correlati