La Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Umbria e delle Marche partecipa alla Festa della Liberazione dell'Italia dall'occupazione nazista e dal regime fascista, pubblicando sul proprio sito l’articolo “L’antifascismo e la Resistenza negli archivi umbri” per la rubrica “Le storie nella Storia”.

“E’ nostro compito istituzionale, infatti – spiega la Soprintendenza -, tutelare anche questi documenti, vigilando sulla loro buona tenuta, oltre che partecipando alla loro valorizzazione. I fondi che li raccolgono sono descritti nel Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche, meglio noto con l’acronimo SIUSA, nel quale si da conto delle caratteristiche della documentazione, dei conservatori e dei produttori degli archivi e degli strumenti di ricerca di cui si dispone per poterli conoscere e studiare. Fondi che non esauriscono quanto i protagonisti di quegli anni possono avere prodotto e tramandato, ma che costituiscono ciò che, allo stato attuale, abbiamo censito e, spesso, dichiarato di interesse storico particolarmente importante".
 

 

Articoli correlati