A partire dall'11 maggio prenderà il via la Fase 2 francese. Sarà possibile per i francesi recarsi nei negozi, che riapriranno tutti (tranne i centri commerciali di oltre 40.000 metri quadrati), ma dovranno rispettare le misure di distanziamento sociale. La decisione di riaprire caffè e ristoranti sarà presa invece alla fine di maggio, per una possibile entrata in vigore a giugno. Nessuna riapertura immediata di cinema, “grandi musei” e spiagge. Lo ha annunciato il premier francese, Edouard Philippe, in un discorso alla nazione.

“La vita sociale riprenderà, ma gradualmente”, ha avvertito il capo del governo. A differenza dei cimiteri, delle mediateche, delle biblioteche e dei “piccoli musei” che riapriranno al pubblico, i “grandi musei”, i cinema, i teatri e le sale da concerto rimarranno chiusi. Così come le spiagge, “almeno fino al 1° giugno”; i parchi e i giardini nei dipartimenti classificati come "rossi"; le sale da festival e le sale polivalenti.

 

Articoli correlati