“Oggi il mondo della cultura e della creatività piange la scomparsa di un suo altro grande esponente. Germano Celant, critico d'arte e curatore cui si deve una delle avanguardie creative italiane più feconde del Novecento, lascia un'Italia impoverita del suo genio e del suo talento”. Così il ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini.

 

Articoli correlati