“Credo che da questa crisi dovremo iniziare a immaginare un differente modello di governance per la cultura, che rimetta al centro i cittadini. Dovremo andare verso una cittadinanza attiva anche in questo ambito, che preveda un investimento in cultura fine a se stesso, o meglio fine all’aumento della diffusione culturale. Mi piacerebbe avere dei sistemi territoriali che invoglino i cittadini...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati