Invitalia, in qualità di Centrale di Committenza per l’aggiudicazione dell’appalto per conto del Parco Archeologico di Pompei, ha pubblicato un bando di gara a procedura aperta per l’affidamento dei lavori di restauro e valorizzazione del settore settentrionale delle fortificazioni di Pompei – Torre di Mercurio. L’importo totale dell’appalto, comprensivo degli oneri della sicurezza, è di 900.000 euro. Il termine finale per l’esecuzione delle prestazioni oggetto dell’appalto è di 308 giorni naturali e consecutivi, decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori. Le offerte andranno presentate entro il 16 giugno 2020. 

Il complessivo progetto di restauro posto a base d’appalto riguarda sia l’aspetto conservativo dei manufatti esistenti con l’intervento sulle superfici degli stessi, sia l’insieme delle operazioni di modifica parziale dello stato di fatto ai fini della valorizzazione del monumento e della fruibilità da parte dei visitatori del sito. Nell’ambito di queste modifiche si comprendono sia le opere necessarie per riattare la vecchia sistemazione novecentesca ormai storicizzata, sia quelle necessarie per rendere i manufatti adeguati alle vigenti normative di sicurezza; nell’area già interessata dagli scavi sono state introdotte delle modifiche ai margini, utili a rendere più comprensibile la consistenza originaria dei luoghi trasfigurati dalle operazioni di sterro e non più leggibili. Inoltre, sono state inserite delle opere di finitura interna ai manufatti con il duplice scopo di segnare un percorso di visita mediante una guida/pavimentazione capace anche di costituire una protezione, rispetto all’usura antropica, dei materiali esistenti, sia originari che di restauro. 

Approfondimenti

 

Articoli correlati