Sabato 9 maggio la Direzione regionale musei di Puglia aderisce alla decima edizione della Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell'Olio, che da sempre rappresenta un evento culturale di grande portata, nato con l’intento di promuovere il turismo e dare valore ai due elementi cardine della nostra agricoltura.

Quest’anno l'Ais (Associazione italiana sommelier), d’intesa con il Mibact, il Miur e il Mipaaf, metterà in scena l'incontro tra olio, vino, arte e cultura, in una edizione telematica della manifestazione. La Direzione regionale musei di Puglia aderisce con un evento digitale realizzato con la collaborazione dell'Ais. L’idea è quella di una rappresentazione virtuale sul tema del vino dal titolo “Vini di Puglia tra musei e reperti archeologici”, quale espressione della tradizione locale in grado di fondere i molteplici aspetti storici, artistici, sociali e paesaggistici. 

Il progetto, che coinvolge il sito Unesco di Castel del Monte, il Museo Nazionale Archeologico di Altamura, il Museo Archeologico Nazionale di Gioia del Colle, il Museo Archeologico Nazionale e zona archeologica di Egnazia e il Museo Nazionale Jatta, presenta ai visitatori un itinerario culturale e turistico che valorizza le collezioni artistiche dei musei, incentiva la fruizione dei paesaggi agricoli e promuove la conoscenza del territorio.

Il patrimonio culturale sarà insolitamente rappresentato mediante una proiezione che crea suggestioni visive e sonore, capaci di affascinare il pubblico di ogni fascia di età e rendere più coinvolgente l’esperienza della visita virtuale.

La tecnologia multimediale utilizzata si basa su un sistema di grafica computerizzata tridimensionale e di ricostruzione digitale che altera la percezione degli oggetti, delle superfici e dei volumi e anima il fondale scenico con immagini virtuali che si muovono al ritmo di impulsi musicali.

Dioniso, dio del vino dell’antica Grecia, ispira l’itinerario immaginario, circondato dalle eleganti figure del thiasos e dai reperti archeologici provenienti dalle collezioni dei musei. Il video sarà consultabile a partire da sabato 9 maggio.

 

Articoli correlati