L’Italia entra nel vivo della Fase 2 dell’emergenza Coronavirus e anche la cultura prova a ripartire. Musei e i siti archeologici potranno riaprire i battenti da oggi, 18 maggio, data che coincide con la Giornata internazionale dei musei. “Musei per l’uguaglianza: diversità e inclusione” è il tema scelto per l’edizione 2020 della Giornata, organizzata da ICOM ogni anno dal 1977. A causa dell’emergenza sanitaria, ICOM ha deciso di adattare il formato dell’evento e di concentrarsi sulle attività digitali. Per tutti musei che desiderano organizzare attività sul posto una volta terminato il lockdown, ICOM propone comunque una data alternativa: una celebrazione di tre giorni tra il 14 novembre, in coincidenza con la lunga notte dei musei, e il 74° anniversario di ICOM il 16 novembre.

LA GIORNATA INTERNAZIONALE DEI MUSEI

Ogni anno dal 1977 ICOM organizza a livello mondiale la Giornata Internazionale dei Musei (International Museum Day – IMD), selezionando di volta in volta un tema specifico. I musei che partecipano all’iniziativa programmano eventi innovativi e attività inerenti al tema prescelto e coinvolgono il proprio pubblico, evidenziando l’importanza del ruolo dei musei come istituzioni al servizio della società e del suo sviluppo. Organizzati ogni anno attorno al 18 maggio, gli eventi e le attività programmate per celebrare questa ricorrenza possono durare un giorno, un weekend o un’intera settimana.

 

Articoli correlati