“Trentamila scuole di danza e altrettanti centri danza nelle palestre e nei centri sportivi con una popolazione di circa 5 milioni di utenti. È questo il mondo scarsamente conosciuto delle scuole di danza. Un mondo che vive oggi una profonda crisi legata all’epidemia di coronavirus, che ha costretto a casa gli allievi”. È l’allarme lanciato da Rosanna Pasi, presidente della Federazione Nazionale Associazioni Scuole di Danza (FNASD), in un intervento pubblicato sul sito dell’associazione "Voce libera".

“La FNASD ha predisposto il progetto ‘Un aiuto subito’. L'obiettivo è far uscire i giovani e i giovanissimi prima e meglio dalla crisi in cui si trovano, collaborando con i docenti, con i genitori e con gli assessori alla Cultura e alla Scuola. Confido - conclude Pasi - che gli assessori di riferimento si rendano disponibili a convocare gli insegnanti di danza dei loro territori, per predisporre assieme a loro un percorso didattico con attività e orari diversi per ogni ordine di scuole”.


 

 

Articoli correlati