A 24 ore dal lancio, la petizione della Società Italiana degli Autori ed Editori promossa dal Presidente Giulio Rapetti Mogol ha raccolto circa 10.000 firme. Ieri sera è arrivata anche l’adesione di Luciano Ligabue, Eros Ramazzotti e Luca Barbarossa.

“Dobbiamo farlo diventare uno tsunami - dichiara Mogol – Per questo invitiamo tutti gli autori ed editori, anche non iscritti a SIAE, tutti gli interpreti e gli esecutori, tutti coloro che lavorano nell'industria della cultura, dello spettacolo, dell'informazione e dell'intrattenimento a sottoscrivere e sostenere la nostra petizione e il nostro appello. Siamo pronti alla mobilitazione. Ai Parlamentari della Repubblica ripeto: ‘Fate presto! Fate subito!’".

Il Direttore Generale SIAE Gaetano Blandini rivolge il suo invito direttamente ai cittadini: “La musica, i film, il teatro, la letteratura, gli autori della radio e della televisione e i giornalisti che fanno informazione in questi mesi hanno svolto una funzione fondamentale, seconda solo a quanti operano nella sanità. Ci hanno aiutato a resistere, a non perdere la speranza, a sognare la ripartenza alla fine di questo incubo. Firmando la petizione sosteniamo chi ci fa sognare. L’industria creativa è strategica per il nostro Paese e gli autori, che producono bellezza, devono poter vivere del loro lavoro. Senza la musica, il cinema, il teatro, la letteratura, le arti figurative, la nostra vita come sarebbe? Non vogliamo che un giorno cercando un contenuto in rete appaia ‘404: COPYRIGHT NOT FOUND’ ”.

 

Articoli correlati