Continua a crescere il numero dei luoghi della cultura statali nuovamente aperti al pubblico, sulla base delle disposizioni previste dal Dpcm 17 maggio 2020. Da domani i visitatori potranno accedere ai Giardini di Boboli di Firenze, mentre studiosi e appassionati potranno tornare a consultare i documenti conservati negli Archivi di Stato di Massa e Ravenna. Per gli specialisti scientifici, la Biblioteca Medica Statale di Roma, invece, ha riaperto ieri le porte per il servizio di prestito su consultazione. Orari e modalità di apertura sono verificabili sui siti internet dei singoli istituti culturali.

 

 

Articoli correlati