“Invito tutti i cittadini a fare le vacanze in Italia. Scopriamo le bellezze che ancora non conosciamo e torniamo a visitare e a godere di quelle che già conosciamo. E’ questo il modo migliore per contribuire al rilancio della nostra economia in questa fase di emergenza”. E’ l'appello del presidente del Consiglio Giuseppe Conte intervenuto alla Camera durante l'informativa urgente del Presidente del Consiglio dei ministri sulle misure per la nuova fase relativa all'emergenza epidemiologica da COVID-19. Un appello accolto da un lungo applauso da parte dell'aula di Montecitorio. Il premier ha ricordato tutte le misure di sostegno, rilancio e crescita per famiglie, lavoratori, imprese in vista della ripartenza che dovrà caratterizzare la Fase 2 dopo le dure misure di contenimento del contagio da Covid-19 ricordando anche i settori del cinema, dello spettacolo, dei teatri.

Ma Conte si è soffermato soprattutto sul turismo. “Siamo consapevoli che il settore del turismo richiede ulteriori interventi che - ha annunciato il premier - ci riserviamo di attivare non appena sarà definito il piano di finanziamenti alla ripresa in sede europea”. 

Il Decreto Rilancio, ha spiegato il presidente del Consiglio, “dedica particolare attenzione turismo un comparto che mobilita oltre il 13% del nostro Pil che sarà messo a dura prova dall’impatto globale del Covid-19. Per sostenere questo settore sarà cruciale puntare in misura ancora maggiore rispetto al passato alla mobilità interna. Oltre al taglio dell’Imu per alberghi e stabilimenti balneari mettiamo in campo un bonus vacanze per incentivare la domanda che verrà riconosciuto alle famiglie con un reddito Isee non superiore a 40 mila euro e sarà spendibile in ambito nazionale presso strutture ricettive. Interveniamo anche con misure strutturali per sostenere il settore come il fondo turismo con 50 mln per il 2020, con un fondo per la promozione del turismo in Italia con una dotazione di 20 milioni di euro e un ulteriore fondo di 50 mln per aiutare le imprese ricettive e gli stabilimenti balneari per sostenere spese di sanificazione e di adeguamento alle misure di contenimento del virus”, ha concluso il premier. 

 

Articoli correlati