L’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani ha condiviso oggi con il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo una nota di indirizzo con le modalità operative per l’esenzione dei pubblici esercizi dal pagamento della tassa e del canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche dal 1 maggio al 31 ottobre 2020 e per le procedure semplificate per l’autorizzazione alla posa di strutture amovibili per la ristorazione come i dehors, pedane, tavolini, sedute, ombrelloni, attrezzature e altri elementi di arredo urbano, così come previsto dal DL Rilancio per favorire la ripresa delle attività legate al turismo.

In particolare, il documento sottolinea come per questi interventi, in base alle disposizioni del DL Rilancio, non sia necessaria l’autorizzazione da parte delle Soprintendenze per l’esecuzione di lavori su beni culturali e l’autorizzazione paesaggistica.

 

 

Articoli correlati