Una Camera Ottica da cui tornare a guardare il mondo, da dentro a una segreta torretta con lo sguardo attraverso un prisma fino alla caratteristica piazza che si vede al di fuori con la vita del romantico borgo che riprende il suo ritmo slow. Un Affresco, il mito di Diana e Atteone, dipinto dal Parmigianino nel 1523, e ancora lì, immortale alle pareti della preziosissima sala del castello, che...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati