Il periodo di chiusura permette la miglior cura possibile del verde di uno dei giardini all’italiana più celebri. Il parco di Villa d’Este, autentico modello di arte manierista connotato da un dialogo serrato tra l’intervento umano e la natura che ha ispirato nei secoli artisti e musicisti, è in questo momento sottoposto a interventi finora non permessi dalla costante presenza di visitatori, come si può vedere nel video pubblicato sul canale YouTube del Ministero per i beni e le attività culturali e per il Turismo.

In particolare, come illustrato dal direttore Andrea Bruciati e dall’agrotecnico Aurelio Vallentini, si sta procedendo a un intervento fitosanitario naturale sulle antiche siepi di bosso per proteggerle dall’aggressione della piralide e si sta ristabilendo un corretto equilibrio della flora di questo piccolo, meraviglioso ecosistema, un autentico museo biologico che presto potrà accogliere di nuovo i visitatori.

Il video di Villa d’Este, così come quelli degli altri Istituti del Ministero, mostra non solo il patrimonio e ciò che è abitualmente accessibile al pubblico, ma anche il dietro le quinte dei beni culturali.

Tutti i contributi  vengono raccolti, oltre che sul canale YouTube del Mibact, nel data base complessivo consultabile sulla pagina “La cultura non si ferma” del sito del Mibact in continuo aggiornamento.

 

Articoli correlati