La commissione Affari costituzionali del Senato ha approvato all'unanimità, in sede deliberante e in prima lettura, il disegno di legge di iniziativa parlamentare che istituisce la Giornata nazionale dei Camici bianchi. Il provvedimento passa ora alla Camera per il via libera definitivo.

Il ddl, sottoscritto da tutti i partiti, si pone l’obiettivo di onorare il lavoro, l’impegno, la professionalità e il sacrificio del personale medico e sanitario nel corso della pandemia da Coronavirus nell’anno 2020. Per questo stabilisce che la Giornata dei Camici Bianchi venga celebrata il 20 febbraio di ogni anno. La Giornata è considerata solennità civile e non determina riduzione dell’orario di lavoro negli uffici pubblici né, qualora cada nei giorni feriali, costituisce giorno di vacanza o comporta riduzione di orario per le scuole di ogni ordine e grado.

“E' un riconoscimento dovuto, per il quale esprimiamo soddisfazione e orgoglio”, commentano il presidente dei senatori Pd, Andrea Marcucci e Dario Parrini, capogruppo dem nella I commissione di Palazzo Madama. “Una bella notizia, ma soprattutto un dovuto riconoscimento all'impegno straordinario di migliaia di medici, infermieri, operatori sanitari in questi mesi drammatici, un gesto di riconoscenza verso gli eroi dell'emergenza. La Giornata dei Camici Bianchi è un segno importante, su cui la politica tutta ha dato un segnale di unitarietà, ora auspichiamo anche che il governo riconosca a tanti professionisti stanziamenti concreti e adeguate risorse economiche", affermano i senatori della Lega, Stefano Borghesi, presidente della commissione Affari costituzionali e Luigi Augussori.

"Siamo soddisfatti del veloce lavoro fatto. E' stata una buona prova di collaborazione tra maggioranza e opposizione e adesso il ddl dopo pochi giorni dalla proposta va alla Camera senza passare per l'aula", afferma il gruppo M5S in commissione Affari Costituzionali del Senato.

L’idea della era stata lanciata nelle scorse settimane dal mondo della cultura. Proposta dal regista Ferzan Ozpetek, era stata subito promossa da Siae e aveva trovato l’appoggio di tutte le forze politiche e della presidente del Senato, Elisabetta Casellati, che l’aveva definita "il giusto e doveroso riconoscimento per la straordinaria prova di coraggio, professionalità e altruismo di cui il nostro personale sanitario si è reso protagonista nel corso di queste drammatiche settimane di epidemia". 

Il presidente Siae, Giulio Rapetti Mogol aveva affermato: “E’ stato giusto portare avanti una campagna come questa, che pone l’accento sull’infaticabile e coraggiosa attività dei camici bianchi in questo periodo difficile, in particolare".
 

 

Articoli correlati