L’Opificio delle Pietre Dure di Firenze riapre al pubblico le sale del suo piccolo ma prezioso Museo, dopo la lunga chiusura causata dall’emergenza sanitaria per epidemia da Covid-19.

A partire dal 3 giugno sarà perciò possibile ammirare nuovamente i capolavori in commesso fiorentino, un'arte che ha come protagonista la pietra dura nelle sue innumerevoli varietà e dove l'insieme finale, frutto dell'accostamento di innumerevoli sezioni di pietre sagomate, appare magicamente come un'unica immagine.

Gli orari di apertura sono i consueti: dal lunedì al sabato, dalle ore 8.15 alle ore 14.00. Tali orari potranno subire cambiamenti per cause connesse all'emergenza Covid-19 e alla necessità di riorganizzazione del servizio, in tal caso ne sarà dato tempestivo avviso. Il biglietto di ingresso intero ha un costo di 4,00 euro, quello ridotto di 2,00 euro.

Le riduzioni e le gratuità applicate sono quelle previste dalla normativa in vigore per i musei statali. Anche i possessori di un biglietto per le Gallerie degli Uffizi potranno entrare gratuitamente, entro 5 giorni dalla data di attivazione del titolo d'ingresso. Oltre al biglietto singolo degli Uffizi, danno diritto all'ingresso gratuito al Museo anche i cumulativi PassePartout 3 days, il PassePartout Family e il PassePartout annuale cumulativo per i tre musei delle Gallerie degli Uffizi (Uffizi, Palazzo Pitti e Giardino di Boboli). L’accesso sarà consentito previo rispetto delle prescrizioni di sicurezza previste contro l’epidemia di Covid-19.

 

Articoli correlati