Via libera della commissione Cultura della Camera alla proposta della Presidenza del Consiglio dei ministri di confermare al generale dei Carabinieri, Mauro Cipolletta, l’incarico di direttore generale del Grande Progetto Pompei fino al 31 dicembre 2020. I voti favorevoli sono stati 21, astenuti Fratelli d’Italia e Lega. Sul provvedimento era arrivato la scorsa settimana il semaforo verde anche della 7° commissione di Palazzo Madama, con 9 voti a favore e 8 astenuti.

L’incarico a Cipolletta, subentrato nel marzo 2018 al generale Luigi Curatoli, è scaduto il 31 dicembre 2019. La figura di direttore generale del Grande Progetto Pompei è stata istituita con decreto legge nel 2013 con il compito di attivare un Contratto istituzionale di sviluppo per la progettazione, la realizzazione e la gestione degli interventi previsti nel piano strategico relativo ai comuni interessati dal piano di gestione del sito Unesco “Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata”. Inoltre, dovrà seguire, fino al termine, gli ultimi sei cantieri del Grande Progetto Pompei.

 

Articoli correlati