“Non sarà più necessaria l‘autorizzazione della Soprintendenza ai beni culturali per le strutture mobili da collocare su vie e piazze, salvo che queste strutture non siano in prossimità di siti archeologici o di beni di particolare valore storico-artistico”. Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte, illustrando in conferenza stampa le misure contenute nel Dl Semplificazioni. “In materia di edilizia, sarà più semplice costruire e rigenerare: avremo demolizioni e ricostruzioni più semplici, procedure più veloci, sempre nel rispetto dei principi di legalità e di legittimità, e non ci sarà maggior consumo di suolo. Avremo anche incentivi e riduzione del contributo da pagare al Comune per interventi di rigenerazione urbana (per esempio interventi su aree degradate o strutture da riqualificare); avremo anche alcune norme che contengono facilitazioni per le aree terremotate”.

 

Articoli correlati