La IAML Italia (Associazione delle Biblioteche Musicali Italiane) denuncia “la deprecabile tendenza che sta portando a un indebolimento continuo degli organici delle Biblioteche dei Conservatori eliminando e sostituendo la figura qualificata del docente-bibliotecario, a favore di profili amministrativi di area B e C per i quali non sono previsti requisiti e mansioni specifici”.  Si tratta...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati