Terminata senza sorprese la partita sulle presidenze, le commissioni Cultura di Camera e Senato hanno ulteriormente modificato la propria composizione con uscite e ingressi dell’ultimo minuto.

A Montecitorio la VII saluta Luigi Gallo (M5S) il quale, dopo aver guidato la commissione per due anni e mezzo, ha ceduto la presidenza alla collega di partito Vittoria Casa e contestualmente ha traslocato alla Bilancio. “Faccio un passo di lato perché mi attendono sfide ancora più grandi. Per me inizierà un nuovo impegno su tutte le misure economiche dei prossimi mesi su cui ci giochiamo il futuro del Paese”, ha scritto Gallo su Facebook nel suo messaggio di commiato. 

Per restare in ambito pentastellato, va registrato anche lo “scambio” intercorso tra le commissioni Cultura e Finanze: passa dalla prima alla seconda il deputato Simone Valente e fa il percorso inverso Paolo Giuliodori. Novità anche in casa Lega: Ketty Fogliani passa alla commissione Affari Costituzionali e il suo posto in VII viene preso da Luca Toccalini (ex Difesa). 

Questa nel dettaglio la nuova commissione Cultura della Camera: 14 deputati del M5S (la presidente Casa, Marco Bella, Alessandra Carbonaro, Rosalba Cimino, Margherita Del Sesto, Paolo Giuliodori, Marianna Iorio, Paolo Lattanzio, Felice Mariani, Alessandro Melicchio, Riccardo Ricciardi, Rosa Alba Testamento, Manuel Tuzi e Gianluca Vacca), 9 della Lega (Giuseppe Basini, Daniele Belotti, Angela Colmellere, Domenico Furgiuele, Giorgia Latini, Cristina Patelli, Germano Racchella, Rossano Sasso e Luca Toccalini), 7 di Forza Italia (Valentina Aprea, Luigi Casciello, Marzia Ferraioli, Marco Marin, Antonio Palmieri, Gloria Saccani Jotti e Simona Vietina), 6 del Pd (Lucia Ciampi, Rosa Maria Di Giorgi, Matteo Orfini, Flavia Piccoli Nardelli, Patrizia Prestipino e Andrea Rossi), 3 del gruppo Misto (Alessandro Fusacchia, Michele Nitti e Vittorio Sgarbi) 2 di Fdi (Paola Frassinetti e Federico Mollicone) e Italia Viva (Michele Anzaldi e Gabriele Toccafondi) uno di Leu (Nicola Fratoianni).

Nella commissione Cultura del Senato, invece, il cambiamento più rilevante era avvenuto nei giorni antecedenti il voto. Due settimane fa, infatti, era entrato in 7a Riccardo Nenicni (Iv-Psi), candidato dalla maggioranza come successore del presidente Mario Pittoni (Lega): missione compiuta. L’unica novità delle ultime ore riguarda il Pd. La senatrice Vanna Iori si trasferisce in commissione Sanità lasciando la carica di capogruppo dem in 7a a Roberto Rampi. 

Questa la nuova commissione Cultura di Palazzo Madama: 7 esponenti del M5S (Luisa Angrisani, Margherita Corrado, Danila De Lucia, Bianca Laura Granato, Michela Montevecchi, Loredana Russo, Orietta Vanin), 5 della Lega (Valeria Alessandrini, Claudio Barbaro, Lucia Borgonzoni, Mario Pittoni, Maria Saponara) 4 di Forza Italia (Francesca Alderisi, Andrea Cangini, Francesco Giro, Giuseppe Moles), 2 del Pd (Roberto Rampi, Francesco Verducci), 2 di Italia Viva (il presidente Nencini e Daniela Sbrollini), 2 del Misto (Gaetano Quagliariello e la senatrice a vita Liliana Segre) uno ciascuno Fdi (Antonio Iannone) e Autonomie (Albert Laniece). 

 

Articoli correlati