Dal 5 agosto anche l’area archeologica di Leontinoi-S. Mauro e quella di Megara Hyblaea, ricadenti rispettivamente nei territori di Carlentini e Augusta, torneranno a essere accessibili al pubblico. “Altri due importanti siti archeologici della Sicilia tornano nella disponibilità dei visitatori – spiega Alberto Samonà, assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana - segno dell’impegno...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati