La commissione Cultura del Parlamento europeo sottolinea “l'importanza dei programmi Erasmus+, Europa creativa e Corpo europeo di solidarietà” ed esprime “profondo rammarico per il fatto che la proposta della Commissione non abbia mantenuto le promesse fatte riguardo a un aumento delle risorse stanziate per tali programmi, segnatamente triplicare il bilancio del programma Erasmus+ o raddoppiare la dotazione del programma Europa creativa come richiesto dal Parlamento europeo, mentre il Consiglio propone ulteriori tagli irresponsabili”. E’ quanto si legge nella proposta di parere della commissione Cultura sul bilancio generale dell'Unione europea per l'esercizio 2021, relatore il vicepresidente della commissione, Romeo Franz.

Gli eurodeputati deplorano inoltre il fatto “che la proposta del Consiglio relativa al programma Europa creativa sia più contenuta rispetto alla proposta iniziale della Commissione” e rammentano che “il raddoppiamento della dotazione del programma rispetto al quadro finanziario pluriennale 2014-2020 è necessario per fornire sostegno mirato ai settori culturali e creativi e per finanziare integralmente le ambizioni e le nuove priorità del programma, dal momento che tali settori necessitano di investimenti adeguati per favorire la creazione di posti di lavoro e di finanziamenti per integrare i regimi nazionali”.

 

Articoli correlati