“Apprezzo molto il contenuto e lo spirito della Legge regionale approvata ieri su proposta del Consigliere regionale Alessandro Capriccioli per il riconoscimento di ‘Ventotene quale luogo della memoria’ e di riferimento dei valori ispiratori del processo di integrazione europea, istituendo la giornata di Ventotene, ‘isola d’Europa’, nell’ambito della settimana della Cultura europea della regione Lazio”. Lo dichiara la Commissaria straordinaria del Governo per il recupero e la valorizzazione dell'ex carcere borbonico dell'isola di Santo Stefano - Ventotene, Silvia Costa.

Per la Costa si tratta di “un’iniziativa che si salda, con la proposta del Sindaco Santomauro - da me incoraggiata - di proporre la candidatura del Comune di Ventotene, con le sue due isole, per ottenere il marchio del ‘Patrimonio europeo’. Ringrazio in tal senso il Cons. Enrico Forte per la proposta di una stretta collaborazione con la mia attività di Commissario per il recupero dell’ex Carcere borbonico di Santo Stefano in Ventotene. In questa direzione va, infatti, la forte collaborazione da me avviata anche con il Comune di Ventotene, con la Regione Lazio e le altre Amministrazioni che fanno parte del Tavolo istituzionale permanente. Ricordo a questo proposito che il 16 settembre, parteciperò a Ventotene, ad un’importante iniziativa dal titolo ‘Comune di Ventotene: due isole, una sola storia europea. Verso la candidatura per il marchio del patrimonio europeo’, cui parteciperanno rappresentanti del Mibact, di Istituti storici e culturali, della Rai, dell’associazionismo e delle imprese ed a cui interverrà il Presidente del Consiglio regionale, Mauro Buschini. Sempre con lo spirito di progetto integrato fra le due isole, il giorno dopo, ho promosso un Workshop dal titolo: ‘Verso il Progetto per S. Stefano: integrato, partecipato, europeo’, quale occasione di confronto e di partecipazione appunto, della comunità locale, delle associazioni e delle Istituzioni”.

 

Articoli correlati