Carlo Calenda si smarca dalla corsa a sindaco di Roma e lancia il sovrintendente del Teatro dell’Opera Carlo Fuortes. "È tosto. Ha affrontato i sindacati e ha riportato l’Opera in utile. È andato d’accordo con tutti i sindaci, Raggi incluso", spiega l’ex ministro a Repubblica. Ma la proposta di Calenda non raccoglie il favore di molti e di fronte alle critiche risponde con un tweet: “Veramente...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati