Il sistema di musei statali, prima della pandemia COVID, ha portato 27 miliardi di euro annui al PIL italiano generando più di 30.000 posti di lavoro pur esponendo solo il 6 per cento delle opere conservate. Purtroppo spesso lavori precari e non ben retribuiti e con una carenza di organico nel ministero che raggiunge il 50% della pianta organica, soprattutto nelle funzioni contabili e amministrative....

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati