“Questo risultato è il frutto di collaborazione internazionale e interistituzionale grazie alla quale abbiamo segnato un’altra tappa concreta nel recupero del patrimonio all’insegna del rilancio socio-culturale della città che riscopre nel passato le radici per il futuro”. Lo ha detto il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, intervenendo alla presentazione a L'Aquila del restauro di Palazzo Ardinghelli che dal 30 ottobre ospiterà la sede della sede aquilana del Maxxi, la prima fuori da Roma. 

Marsilio ha voluto sottolineare il “percorso virtuoso che non solo ha restituito alla città un palazzo dallo straordinario valore architettonico, ma dopo 8 anni di lavoro lo ha posto al servizio della cultura”.

Per il presidente “L'Aquila è una città fiera della sua tradizione storica, e grazie alla sede del Maxxi, alla vivacità culturale di un centro storico che sta ritrovando la sua bellezza e grazie alla ricostruzione materiale portata avanti con caparbietà si è proposta come Capitale della cultura 2022”.

Marsilio ha poi sottolineato “l'intuizione del ministro dei Beni culturali di destinare questo edificio alla cultura subito raccolta dal sindaco, dal Maxxi e dalle istituzioni culturali della città, ci ha permesso di raccogliere questo obiettivo: contribuire al rilancio del territorio colpito dal sisma, facendo di Palazzo Ardinghelli un centro vivo di cultura”.

 

Articoli correlati