La libertà artistica è “un diritto fondamentale”, parte integrante della “libertà di espressione” e un aspetto “fondamentale dei diritti culturali”: per questo andrebbe “inserita all’interno della tabella di marcia per il piano d'azione per la democrazia europea”. È quanto si legge nella lettera aperta firmata da una ventina di istituzioni culturali europee, tra cui Culture Action Europe, presentata in risposta alla consultazione pubblica lanciata dalla Commissione europea proprio sul piano d’azione. La lettera sottolinea “l'importanza della libertà di espressione artistica” e i firmatari chiedono alla Commissione Ue che “questo sia riflettuto nel piano d'azione per la democrazia europea. Sebbene la tabella di marcia riconosca l'importanza della libertà dei media per il funzionamento di società democratiche e basate sui valori, non c’è alcuna menzione della libertà artistica nonostante, insieme al libero sviluppo dell'educazione artistica, sia sotto attacco crescente nell'Europa continentale”. Oltre al CAE, hanno firmato la lettera aperta, tra gli altri: Freemuse, Association Européenne des Conservatoires, Académies de Musique et Musikhochschulen, ECCOM – Idee per la Cultura, European Cultural Foundation (ECF), European League of Institutes of the Arts (ELIA), European Music Council – International Music Council, Federation of European Film Directors (FERA).

 

Articoli correlati