“Mi auguro che possa essere approvata entro l’anno, il prima possibile”, la legge di delegazione europea che contiene la direttiva sul Copyright. Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega per l’Editoria, Andrea Martella, nel corso di un’audizione in commissione Cultura alla Camera. Il cronoprogramma, ha spiegato Martella, “è un problema del Parlamento, più che mio. Io mi auguro che venga votata dall’Aula dal Senato (dove approderà il 6-7 ottobre, ndr) e subito possa arrivare alla Camera ed essere calendarizzata”.

“Una volta che avviene il passaggio parlamentare – ha concluso Martella -, dovremo lavorare ai decreti attuativi, che sono di competenza mia e del ministro Franceschini, nei quali dovremo tentare di garantire il massimo delle tutele e la frontiera più avanzata possibile nel campo del diritto d’autore”.

 

Articoli correlati