“Vorrei ringraziare gli Istituti italiani di cultura: sono loro la nostra rete di primo riferimento e se qualche successo lo abbiamo ottenuto in questi anni è stato - ed è - grazie al loro lavoro. Un lavoro che non è solo di promozione di eventi ma anche di cooperazione e di mediazione culturale, perché ogni contesto in cui si lavora richiede una politica culturale ad hoc”. Lo ha sottolineato...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati