“Il teatro privato, che rappresenta il 70 per cento del teatro italiano non è sull’orlo del burrone, è dentro il burrone, aggrappato a una corda che piano piano si sfilaccia. Ci auguriamo fortemente che venga concessa la possibilità di aprire ai due terzi della capienza. Augurio motivato anche dalla constatazione che dall’inizio dell’epidemia su 350 mila presenze nei teatri italiani...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati