“Ringrazio Rai, Mediaset, Sky e LA7 per aver risposto positivamente al mio appello per rafforzare la presenza della cultura nei palinsesti televisivi. Nelle attuali, difficili circostanze serve sensibilità nei confronti del mondo della cultura e dello spettacolo: è un impegno doveroso per non spegnere la creatività e permettere al vasto pubblico di assistere a un concerto, a una rappresentazione teatrale, a un balletto o a una esibizione di danza contemporanea e di poter vedere i grandi film del nostro cinema”. Lo ha detto il ministro per i Beni e le attività culturali, Dario Franceschini, commentando le lettere pervenute dai vertici delle emittenti, in cui si rendono disponibili a pianificare una nuova programmazione ad hoc per dare adeguato spazio e risalto al patrimonio artistico, avviare una programmazione dedicata e mettere in onda nuove produzioni.

“Incoraggiare nuove produzioni è un modo per consentire al mondo dello spettacolo di proseguire con le proprie produzioni, mobilitare le intelligenze e raccogliere le energie creative anche in questo difficile momento che stiamo attraversando. Per questo il Mibact è disponibile – conclude Franceschini - a aprire i propri luoghi della cultura alle emittenti che desiderino lanciare programmi dedicati alla promozione del patrimonio culturale, in uno spirito di piena e reciproca collaborazione a tutto vantaggio dei cittadini”.

 

Articoli correlati