I membri dell'EUNIC si sono riuniti nella loro prima Assemblea generale online il 29 e 30 ottobre 2020. Hanno eletto il nuovo Consiglio di amministrazione, si sono scambiati informazioni sul partenariato di EUNIC con l'UE e sui membri associati e hanno approvato la creazione di nuovi cluster EUNIC. Dal 16 al 19 novembre, la Settimana EUNIC DX/AI discuterà l'impatto della trasformazione digitale e dell'IA con i responsabili politici, gli esperti del settore e i professionisti della cultura. Per saperne di più su eunicglobal.eu.

Nuovo Presidente e Consiglio di Amministrazione EUNIC

Cees de Graaff, direttore di DutchCulture, è stato eletto nuovo presidente dell'EUNIC. Il suo mandato di presidente dell'EUNIC inizia immediatamente e termina con la prossima Assemblea generale, prevista per il giugno 2021. Succede a Roberto Vellano del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano.

L'Assemblea Generale ha votato anche altri quattro nuovi membri del Consiglio di Amministrazione: Guzmán Palacios (AECID) in qualità di vicepresidente e tesoriere e Petra Kežman (Ministero degli Affari Esteri sloveno), Matthieu Peyraud (Ministero francese per l'Europa e gli Affari Esteri) e Aušrinė Žilinskienė (Istituto lituano di cultura) in qualità di membri ordinari del Consiglio direttivo. Roberto Vellano continuerà il suo mandato di membro del Consiglio di amministrazione fino al giugno 2021.

Rivolgendosi all'Assemblea Generale, Cees de Graaff ha sottolineato il suo impegno per le relazioni culturali internazionali: "La mia fiducia nelle relazioni culturali internazionali come condizione per la solidarietà internazionale non viene meno. Ci troviamo di fronte ad alcune grandi sfide, con tra l'altro minacce alla libertà di espressione e Covid-19". Covid-19 ha un impatto sul settore culturale sofferente. Un settore che ha un disperato bisogno di nuovi modelli di business, di strategie internazionali, di collaborazioni intersettoriali e di solidarietà globale".

Cees de Graaff è direttore di DutchCulture, centro di cooperazione internazionale, e del suo predecessore, SICA, dal 2010. I ruoli precedenti includono il lavoro per il Youth Circus in Etiopia (2001-2004), consulenze indipendenti e posizioni manageriali nei settori artistici con particolare attenzione alla musica, alla danza e al patrimonio culturale. Cees è Presidente del Consiglio di Amministrazione di Rialto Film and World Cinema Amsterdam ed è membro del Consiglio di Amministrazione del MOTI - Museum of Tomorrow International. Ha studiato Scienze Sociali all'Università di Amsterdam e Arte e gestione dei media all'Università delle Arti di Utrecht.

Nuovi cluster

Sono stati approvati sei nuovi cluster: Malta, Monaco (Germania), Pakistan, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Porto Alegre (Brasile), nonché una fusione dei cluster di Abuja e Lagos in Nigeria. La rete conta ora 125 cluster. I cluster sono le filiali della rete, create dove sono rappresentati almeno tre membri EUNIC. I cluster si impegnano in relazioni culturali, co-creando attività con le organizzazioni partner.

Membri associati

L'Assemblea Generale ha anche discusso lo status di membro associato a livello globale dell'EUNIC, ma ha rinviato la decisione in merito. Ha inoltre confermato la tabella di marcia concordata nella precedente riunione del dicembre 2019, ricordando il desiderio dell'EUNIC di continuare a lavorare con il British Council nello scenario post-Brexit. Ha chiesto la convocazione di un'assemblea generale straordinaria non appena le condizioni lo consentiranno per approvare le necessarie modifiche allo statuto dell'EUNIC relative allo status di membro associato. 

16-19 novembre 2020 - Settimana EUNIC DX/AI: Come la trasformazione digitale e l'intelligenza artificiale sfidano le relazioni culturali

La trasformazione digitale ha subito una rapida accelerazione negli ultimi anni. La diffusione di Covid-19 le ha dato un enorme impulso, e le istituzioni culturali ed educative hanno dovuto reagire rapidamente per adattarsi. Quali sono le opportunità dell'intelligenza artificiale per la cultura e l'educazione? E i rischi potenziali? Quale ruolo svolge l'Europa in tutti questi sviluppi tecnologici? Cosa significa questo per le relazioni culturali?

EUNIC e Goethe-Institut invitano dal 16 al 19 novembre 2020 a partecipare alla Settimana EUNIC DX/AI e a discutere l'impatto della trasformazione digitale e dell'intelligenza artificiale con i responsabili politici, gli esperti del settore e i professionisti della cultura. La conferenza si svolgerà su Zoom e comprenderà due sessioni al giorno con conferenze, performance, dibattiti e workshop.

Sabine Verheyen, Presidente della Commissione Cultura e Istruzione e relatrice sull'Intelligenza Artificiale del Parlamento Europeo, darà un contributo sul ruolo dell'IA per l'Europa, la cultura e l'educazione il primo giorno alle 12. 

 

Articoli correlati