Sono 108 gli enti ammessi al beneficio della quota del cinque per mille per il 2019. Lo comunica il Ministero per i Beni culturali pubblicando la tabella dell’Agenzia delle Entrate nella quale si legge la distribuzione delle scelte e degli importi per gli enti dei beni culturali e paesaggistici ammessi al beneficio. Ai 108 enti viene destinato un importo complessivo di 1.684.907,92 euro per il finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici. 

I contribuenti scelgono di destinare la maggior parte dell’importo al Fondo per l’Ambiente Italiano che, sui 1.684.907,92 euro complessivi, riceve 1.394.396,06 essendo stato scelto da 13.252 contribuenti. Segue Venerande Fabbrica del Duomo di Milano che, con 504 scelte da parte dei contribuenti, riceve 57.645,58 euro. 

GLI ISTITUTI DEL MIBACT E I CONTRIBUTI

Tra gli istituti del Mibact dotati di autonomia speciale che ricevono il contributo troviamo il Museo Nazionale Romano (5.375,29 euro), i Musei Reali di Torino (3.955,53 euro), le Gallerie degli Uffizi (2.027,96 euro), l’Opificio delle Pietre dure (2.016,93 euro), l’Archivio Centrale dello Stato (1.771,21 euro), la Reggia di Caserta (1.607 euro), le Gallerie dell’Accademia di Venezia (1.454,86 euro), la Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Roma (1.390,72 euro) la Pinacoteca di Brera (1.201,18 euro), la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze (1.119,69 euro), il Parco Archeologico di Pompei (1.049,10 euro).

Ricevono importi minori l’Istituto centrale per la grafica (206,55 euro), la Galleria Borghese (578,28 euro), le Gallerie dell’Accademia di Firenze (617,94 euro), la Galleria Nazionale dell’Umbria (498,68 euro), la Galleria Nazionale delle Marche (368,69 euro), le Gallerie Estensi (411,61 euro), il Museo archeologico nazionale di Taranto (464,06 euro), il Museo Storico e il Parco del Castello di Miramare (430,97 euro), il Palazzo ducale di Mantova (257,12 euro), il Parco archeologico del Colosseo (239,11 euro), il Parco archeologico di Ercolano (515,27 euro), il Museo di Capodimonte (837,23 euro), il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia (412,94 euro), Villa Adriana e Villa D’Este (350,27 euro), il Parco Archeologico dei Campi Flegrei (861,12 euro), il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (272,21 euro), il Parco Archeologico di Ostia Antica (272,02 euro), le Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma (185 euro), la Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Roma (339,19 euro) e il Complesso monumentale della Pilotta (510,58 euro).

 

Articoli correlati