“La pirateria audiovisiva nel paese incide sul 37 per cento della popolazione, il danno al settore supera il miliardo di euro con una perdita di 6000 posti di lavoro all’anno. Durante il lockdown l’incidenza è salita al 40 per cento mentre il numero degli atti di pirateria in quei due mesi è salito a oltre 240 mln: è stato quindi un periodo in cui la pirateria è cresciuta fortemente....

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati