“In passato, come classe politica, senza distinzione di partiti, abbiamo sempre inseguito modelli di turismo che venivano da altre parti. E’ il momento di pensare a un nostro modello di sviluppo, che racchiudiamo nella formula ‘turismo sostenibile’, che tenga conto della peculiarità del territorio italiano e della fragilità del suo paesaggio e del suo patrimonio culturale”. Lo ha detto...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati