“I musei oggi sono la punta di diamante della promozione culturale e sono elementi che possono dare modelli di sviluppo alle altre istituzioni culturali”. Lo ha detto Antonio Lampis, Direttore Ripartizione Cultura Provincia di Bolzano e già direttore della Dg Musei del Mibact, intervenendo al webinar dal titolo “Un modello di gestione del museo outcome-based. L’importanza della relazione”. Obiettivo dell’evento quello di condividere il risultato del progetto di ricerca per la Cultura Sostenibile, nato dalla collaborazione tra il Politecnico di Milano e Fondazione Brescia Musei, supportato da Fondazione Cariplo. Il progetto ha sviluppato un modello di gestione museale che ha al suo centro la dimensione relazionale. I risultati della ricerca aprono nuove possibilità di monitoraggio della strategia culturale, basate sulla co-creazione di valore tra il museo e la rete territoriale.

“Il passaggio di visuale dalle persone alle cose è stato l’emblema di questi ultimi anni: il focus si è spostato – pur mantenendo il rigore della tutela e della salvaguardia - dalle collezioni alla governance, facendo emergere una delle più importanti figure di leadership del sistema culturale italiano e forse europeo, i direttori dei musei. In questi tre anni abbiamo cercato di portare questo insieme di direttori a parlare spesso di bilancio sociale, a lavorare prima con i vicini di casa e poi pian piano a livello regionale, nazionale e internazionale”.

 

Articoli correlati