I beni musicali concreti, come i libri, i manoscritti, i trattati e gli strumenti musicali, godano di una tutela in linea di principio analoga a quella riconosciuta a tutti gli altri beni librari, artistici o monumentali. E’ la richiesta contenuta in una proposta di legge presentata dal deputato Michele Nitti (Misto), membro della commissione Cultura della Camera.  “La necessità di giungere...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati