Anche durante il periodo di Natale continua l’offerta culturale del MAXXI, online su www.maxxi.art e sui canali social del Museo nazionale delle arti del XXI secolo con tanti contenuti speciali, approfondimenti e un fitto calendario di laboratori per bambini e famiglie. Si comincia domani, martedì 22 dicembre, con il primo di tre appuntamenti dedicati al progetto di Isaac Julien su Lina BoBardi, potente e raffinata installazione multicanale su nove schermi che letteralmente ci immerge nella vita e nelle opere dell’architetta e nella cultura brasiliana. La curatrice della mostra, Luigia Lonardelli, racconterà al pubblico del MAXXI chi è Isaac Julien, come è nata la sua passione per Lina Bo Bardi, la genesi e l’evoluzione di questo progetto, frutto di un intenso lavoro di ricerca durato oltre 6 anni. Tre appuntamenti, per approfondire altrettante tematiche cardine del progetto (Tempo, Movimento, Apertura) in programma ogni martedì a partire dal 22 dicembre (a seguire: 29 dicembre, 5 gennaio).

Durante le festività natalizie, alle famiglie, alle bambine e ai bambini a casa sarà dedicato un programma di laboratori online condotti  live dalle educatrici del museo, pensati in base all’età dei bambini cui sono rivolti, che variano dalla fascia 3/7 anni fino ai 10 anni (info e prenotazioni su maxxi.art sezione Eventi).

Durante i laboratori sarà possibile costruire il proprio pop-up ispirato alle architetture più iconiche del Quartiere Flaminio (oltre al MAXXI, il Ponte della Musica, l’Auditorium, il Palazzetto dello Sport di Pier Luigi Nervi) mentre i più piccoli potranno scoprire, in compagnia del Drago Arturo,  la Collezione MAXXI attraverso le opere di Mario Merz, Tomàs Saraceno, Liliana Moro, Pietro Ruffo, Gianfranco Barruchello, Sol LeWitt, William Kentridge, Alighiero Boetti, Anselm Kiefer.

Waiting for. In attesa di Una storia per il futuro. Dieci anni di MAXXI, la mostra enciclopedica e immateriale a cura di Hou Hanru con cui il museo inaugura il nuovo decennio, la cui apertura è prevista alla fine di gennaio 2021, saranno postati su Instagram una serie di scatti iconici delle mostre più significative prodotte o ospitate dal museo, un racconto fotografico in cui rivivono i primi 10 anni del MAXXI: da De Dominicis a Pistoletto, da Luigi Ghirri a Letizia Battaglia, da Bellissima a Gravity (tutti i giorni fino all’8 gennaio su IG @museomaxxi)

Un grande mosaico di immagini per raccontare la costruzione del MAXXI: è il Cantiere d'Autore, progetto che coinvolse 20 fotografi chiamati a fissare con i loro scatti la costruzione del museo dal 2004 al 2009. Venti punti di vista diversi, per un tema complesso come quello di un luogo in continua mutazione, mai uguale, necessariamente transitorio. Margherita Guccione racconta il progetto nel primo di quattro appuntamenti dedicati all’architettura del Museo (a partire da mercoledì 23 dicembre). Seguiranno due incontri con Silvia La Pergola, Architetto Senior del MAXXI, per approfondire la costruzione del Museo (mercoledì 30 dicembre e mercoledì 6 gennaio) e uno con l’architetto Mario Avagnina (sabato 9 gennaio) dedicato alla tecnologia del materiale scelto, il cemento, e al suo restauro a dieci anni dal completamento dei lavori del Museo.

Infine, sempre in tema di restauro del contemporaneo, in anteprima assoluta domenica 27 dicembre un affascinante approfondimento dedicato all’opera di Mario Schifano Per esempio (1990), esposta nella mostra senzamargine. Passaggi nell’arte italiana a cavallo del millennio, inaugurata al MAXXI lo scorso ottobre. Nel 1992 l’opera fu danneggiata, insieme ad altre, da un terribile incendio, ma l'artista vide nel fuoco un potenziamento espressivo del suo lavoro. Le opere avrebbero dovuto continuare ad essere esposte così, con le loro ferite, che le avrebbero caricate di nuovi significati espressivi. Nel rispetto di questa volontà, il restauro si è limitato a un’intervento di messa in sicurezza, in previsione del lungo periodo di esposizione al MAXXI. Guida il racconto Simona Brunetti, dell’Ufficio conservazione del MAXXI.

La cultura fa bene, anche a Natale! | Regala la myMAXXI card

Aspettando la riapertura dei musei, quest’anno sostieni la cultura e fai un regalo speciale: dona un anno di mostre, eventi, vantaggi con myMAXXI card, l’abbonamento che consente di vivere il Museo nazionale delle arti del XXI secolo tutti i giorni, per un anno. Con la card myMAXXI l’ingresso alle mostre e alla Collezione è sempre gratuito ed è possibile  partecipare gratuitamente o a condizioni agevolate, con posti riservati e un servizio di prenotazione dedicato, a tutti gli eventi, ai programmi culturali e alle attività didattiche del Museo. Non solo: i possessori di card myMAXXI possono frequentare liberamente la biblioteca e gli archivi di arte e architettura, oltre a usufruire di una serie di sconti speciali al bookshop Booktique, nella Caffetteria Palombini, da Mediterraneo. Ristorante e giardino e presso i numerosi partner del MAXXI (musei, teatri, librerie, sale da concerto). La card è valida per 365 giorni a partire dalla prima attivazione presso la biglietteria del Museo. (A partire da 25 €, per tutte le info e tipologie di abbonamento http://bit.ly/myMAXXI )

 

Articoli correlati