Il nuovo anno si apre con un cambio di vertice al Segretariato Regionale Mibact per l’Abruzzo. Dopo più di tre anni di lavoro, il segretario regionale ad interim Stefano D’Amico ha passato le consegne a Nicola Macrì. "Sono stati anni difficili e impegnativi ma, senza dubbio, i più straordinari che mi potessero capitare. Ho vissuto in questa terra magnifica esperienze uniche che resteranno patrimonio indelebile della mia memoria". Queste le parole di saluto dell’architetto D’Amico. "Nel congedarmi - ha aggiunto -, voglio qui ringraziare, sentitamente, tutte le Autorità civili, militari e religiose con le quali ho avuto occasione di confrontarmi e di collaborare in questi anni e da cui ho ricevuto anche stimoli, proposte, soluzioni e concreto aiuto. Ringrazio i Paesi esteri che, con grande generosità, hanno voluto contribuire alla rinascita del magnifico patrimonio culturale abruzzese offeso dagli eventi sismici".

"Il mio ringraziamento più profondo va però ai Colleghi del Segretariato regionale (alcuni purtroppo di recente scomparsi) che non hanno mai fatto venir meno la loro fondamentale e preziosa collaborazione ed il loro appoggio e ai tanti bravissimi ed entusiasti Funzionari e Assistenti che ho trovato nelle strutture regionali del Ministero (Soprintendenze ABAP per l’Abruzzo e dell’Aquila e Cratere, in particolare) che hanno messo a disposizione, con generosità, la loro sicura professionalità per chiudere tanti cantieri, per condurre quelli ancora in corso di esecuzione e per avviare quelli ormai prossimi a partire - ha sottolineato D'Amico -. Ai Colleghi Dirigenti e Direttori delle strutture abruzzesi del Mibact va anche il mio pensiero ed il mio ringraziamento per la concreta disponibilità e la collaborazione prestata a fronte di tante difficoltà, impegni e con unità di personale talvolta ridotte ai limiti della funzionalità. Al mio successore, infine, il mio Augurio più sincero di buon lavoro.
Buon proseguimento e…  grazie di tutto!".

 

Articoli correlati