“La battaglia per la difesa della lingua italiana comincia proprio dal Parlamento. La portiamo avanti quotidianamente anche con il vicepresidente Rampelli che corregge i verbali della Camera troppo spesso infarciti di anglismi e di espressioni straniere. C’è una battaglia storica per il rispetto della lingua italiana addirittura nei nomi delle leggi, vedi ‘jobs act’, ‘revenge porn’:...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati