“La protesta dei lavoratori dello spettacolo è il risultato di una crisi nella crisi: un settore di per sé fragile, toccato purtroppo da problemi di lungo periodo, sul quale si è abbattuta, con i suoi inevitabili ritardi, anche la recente congiuntura politica. Comprendo le ragioni dei lavoratori del settore e a loro va la mia piena solidarietà. Oggi la prima risposta che va data è attraverso...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati